Skip to main content

I soci del Rotary impegnati per trasformare l'assistenza al parto in Mongolia

Julie Dockrill, tra i vincitori del premio Rotary Pronti ad Agire: Campioni della salute, ha guidato una squadra di ostetriche nella formazione di operatori sanitari nell'ambito di un programma globale di benessere che sta salvando madri e bambini

A cura di

Quando Julie Dockrill è stata contattata dal Rotary Club di Waimate, Nuova Zelanda, per formare gli operatori sanitari in Mongolia su pratiche di parto più sicure, non era sicura di quanta differenza potesse fare - nonostante i suoi 20 anni di esperienza come ostetrica ed educatrice al parto.

All'epoca, Dockrill non aveva molta familiarità con il lavoro del Rotary, né era a conoscenza dell'alto tasso di mortalità infantile in Mongolia, ma decise di partecipare se ciò significava salvare la vita anche di un solo bambino.

Julie Dockrill, socia del Rotary Club di Timaru, Nuova Zelanda, è stata tra i vincitori del premio Rotary Pronti ad Agire: Campioni della salute 2021, per aver migliorato le pratiche di sicurezza per la salute materna e infantile in Mongolia.

Otto anni dopo, il successo del progetto ha superato le sue aspettative. Dockrill, ora socia del Rotary Club di Timaru, ha dichiarato che non avrebbe mai immaginato che il lavoro iniziato nel 2013 avrebbe portato all'adozione di una struttura sanitaria a livello nazionale che ha contribuito al calo costante dei tassi di mortalità materna e infantile della Mongolia.

Il progetto, facilitato da Gary Dennison, socio del club di Waimate, è stato originariamente concepito come un'iniziativa per fornire acqua pulita ad una zona remota della Mongolia. I piani sono cambiati quando una valutazione della comunità ha determinato che il terreno significava che un pozzo d'acqua non era fattibile.

Dennison ha esplorato delle alternative. Attraverso i contatti del Rotary in Mongolia, ha appreso che erano necessari servizi di salute materna e infantile e pratiche di parto aggiornate e più sicure. Così il suo club e il Rotary Club di Ulaanbaatar, Mongolia, hanno ideato un nuovo piano: un progetto in quattro fasi in cui una squadra di formazione professionale avrebbe offerto l'educazione al parto agli operatori sanitari.

Dockrill, che è stata raccomandata da un collega, è stata incaricata di guidare una squadra di cinque persone composta da ostetriche provenienti da Australia, Mongolia e Nuova Zelanda, e di sviluppare materiali di formazione per più di 100 studenti universitari e ostetriche, infermiere e altri operatori sanitari in Mongolia.

I tassi di mortalità materna e infantile in Mongolia stavano diminuendo, ma le madri e i bambini morivano ancora a tassi allarmanti. Nel 2011, il governo si è impegnato a ridurre il tasso di mortalità infantile a 15 su 1.000 parti vivi, che sarebbe una drastica riduzione rispetto al tasso del 2009 di quasi 27 morti su 1.000 parti vivi. In confronto, il tasso di mortalità infantile in Nuova Zelanda nello stesso anno era di soli cinque morti su 1.000 parti vivi.

Le cause di morte coinvolgevano spesso l'asfissia, lo stress respiratorio e i difetti congeniti, ma Dockrill dice che il problema è venuto davvero dalla scarsa assistenza prenatale.

"Prima che il corso di educazione al parto fosse incorporato, c'erano solo visite standard negli ospedali e nelle cliniche per le donne incinte", dice Dockrill. "La cura si concentrava solo sul benessere fisico della madre. Le informazioni che venivano date alle madri erano molto basilari".

Dockrill si è concentrata su argomenti che non venivano discussi con le donne in attesa, come il fumo, la violenza domestica, la nutrizione, l'esercizio fisico, l'allattamento al seno e la contraccezione - tutti importanti per mantenere le madri in salute. E quando le madri sono sane, i loro figli hanno maggiori probabilità di essere sani. Secondo Dockrill, la salute e la sopravvivenza di una madre influenzano direttamente la probabilità che il suo bambino viva fino a due anni.

È impressionante sapere che potresti aver giocato una piccola parte nel salvare la vita di centinaia di madri e bambini.


Socia del Rotary Club di Timaru, Nuova Zelanda

Così Dockrill e la sua squadra speravano di aiutare i professionisti della salute ad avere "un approccio olistico - non solo un approccio fisico" e vedere le persone farsi avanti prima con problemi di salute. Aggiunge: "Se un bambino o una madre sono stati salvati da ciò che abbiamo condiviso, l'ho considerato un successo".

I partecipanti, che sono arrivati con taccuini e penne aspettandosi un corso standard, hanno ricevuto copie del manuale di formazione di Dockrill tradotto in mongolo e hanno preso parte ad attività interattive con bambole di plastica per bambini e modelli anatomici adeguati.

Un esercizio, in cui Dockrill ha discusso una tecnica che rallenta il processo di travaglio, ha attirato molte domande. Il traduttore ha spiegato che la pratica generale in Mongolia richiede che il travaglio sia il più veloce possibile - il che può significare metodi pericolosi per accelerare l'arrivo del bambino. "Spiegare che va bene se la madre si riposa, e che la pazienza nel parto è ok e salutare, questo era nuovo", dice Dockrill. Gli studenti erano aperti a nuove idee ed entusiasti, dice. "Abbiamo avuto un'esperienza incredibile. Ci siamo divertiti, abbiamo riso, abbiamo legato".

Il corso è culminato in una valutazione delle conoscenze dei partecipanti e in una cerimonia di consegna dei certificati approvati dal ministero della salute locale. "Questo è stato un momento di rafforzamento per molti dei partecipanti", dice Dockrill.

Ispirata dall'impatto del progetto e dall'ampiezza del lavoro del Rotary sulla salute materna e infantile, Dockrill si è unita al suo Rotary club locale poco dopo essere tornata a casa.

  • 295000.00

    Donne morte in tutto il mondo nel 2017 per cause legate alla gravidanza e al parto; la maggior parte di queste morti erano prevenibili

  • 20.00%

    La riduzione dei servizi sanitari e sociali per donne e bambini a causa di COVID-19

  • 3.00x possibili

    La possibilità che le donne incinte partoriscano in anticipo con COVID-19 rispetto a quelle senza la malattia

  • 80.00 milioni

    Bambini sotto un anno in tutto il mondo che si perderanno i vaccini a causa della pandemia

La seconda fase del progetto nel 2015 ha coinvolto Amarjargal Luvsandagva, un'ostetrica di un ospedale di Ulaanbaatar, in visita in Nuova Zelanda per un mese per osservare le pratiche sanitarie pre e postnatali. Luvsandagva ha seguito Dockrill negli ospedali e nelle cliniche. Da allora, Luvsandagva ha partecipato a corsi di formazione e seminari in tutto il mondo e condivide le sue conoscenze con i colleghi in Mongolia.

Durante la terza fase nel 2016, quando la squadra di formazione è tornata in Mongolia con materiali aggiornati, la portata del progetto è diventata evidente. All'arrivo, Dockrill ha saputo che almeno una mezza dozzina di reti televisive mongole stavano coprendo il suo viaggio.

Dockrill accredita la partnership con il club di Ulaanbaatar e altri club in Mongolia per l'attenzione dei media e crede che il progetto non avrebbe potuto avere successo senza i soci mongoli che hanno organizzato il trasporto e la traduzione e sostenuto il curriculum presso le autorità governative.

"Le loro connessioni in tutto il Paese sono il motivo per cui il progetto ha superato le aspettative", dice Dockrill.

In questa terza fase, la squadra ha formato più di 300 operatori sanitari - compresi ostetrici e altri medici - attraverso un corso di educazione al parto di tre giorni e un corso di pronto soccorso di un giorno. I partecipanti hanno discusso su come incorporare ciò che hanno imparato nella loro pratica, cosa che Dockrill chiama "un risultato enorme per la sostenibilità del progetto".

Dockrill e la sua squadra sono stati anche in grado di portare attrezzature - monitor fetali, scanner Doppler portatili, pompe a siringa, pompe a induzione e altro ancora - in Mongolia e fornire una formazione di base a coloro che le utilizzano.

Durante la quarta fase nel 2018, i viaggi di follow-up hanno ampliato ulteriormente il programma nelle aree rurali e difficili da raggiungere, rendendo la formazione disponibile per un numero ancora maggiore di operatori sanitari.

Il manuale di formazione aggiornato di 100 pagine, approvato dal ministero della Sanità mongolo e ora adottato a livello nazionale come curriculum standard per l'assistenza materna e infantile, copre argomenti come l'immunizzazione, l'allattamento al seno, il sollievo dal dolore, la dieta, l'esercizio e quando chiamare un medico. Il ministero ha anche reso l'educazione al parto obbligatoria per le madri in attesa, che devono frequentare almeno tre classi per qualificarsi per un nuovo programma di pagamento del governo. Nel 2019, il manuale di formazione è stato addirittura tradotto e adottato per essere utilizzato dal governo del Nepal.

Il successo del progetto ha contribuito a far sì che il governo mongolo superasse il suo obiettivo del 2011 di ridurre il tasso di mortalità infantile a 15 su ogni 1.000 nati vivi. Secondo gli ultimi dati del 2019, il tasso è di 13,4, e si prevede che continui a diminuire.

Nella Giornata Mondiale della Sanità, il 7 aprile, il Rotary ha riconosciuti Dockrill tra i sei vincitori del Premio Pronti ad agire: Campioni della salute, il riconoscimento per coloro che cercano di migliorare i risultati della salute in patria e nel mondo. "Non avrei mai sognato tutto questo", ha dichiarato Dockrill, che ringrazia anche i suoi colleghi della squadra di formazione professionale e i Rotary club sponsor per il successo del progetto. "È travolgente sapere che si può aver giocato una piccola parte nel salvare la vita di centinaia di madri e bambini".

Il Rotary mette a disposizione di madri e bambini vulnerabili un'assistenza sanitaria di alta qualità, in modo che possano vivere più a lungo e crescere più forti.

Approfondisci

Julie Dockrill, tra i vincitori del premio Rotary Pronti ad Agire: Campioni della salute, ha guidato una squadra di ostetriche nella formazione di operatori sanitari nell'ambito di un programma globale di benessere che sta salvando madri e bambini